39

Trentanove: “Io vivo, io vivrò…….”

Che spettacolo, e che titolo innanzitutto!

Un cantante ammalato di SLA, col suo gruppo, che si esibisce a favore di una organizzazione nonprofit locale e attraverso canzoni bellissime parla di cosa ha imparato il giorno che ha scoperto di essere ammalato e di come la sua vita sia cambiata…..

Un teatro pieno di gente……

Frasi forti come “Nessuno alzerà bandiera bianca”, “Cosa mi manca per essere felice?”, “Come è bello sognare”…..

 

IO VIVO, IO VIVRO’ (per te)

Testo di Gian Luca Fantelli

Cosa mi manca per essere felice,

posso camminare,

anche se ho qualche cicatrice

posso respirare, ballare, cantare una canzone

posso stare in piedi per ore (per ore per ore)

Cosa mi manca me lo si legge in faccia

Eppure posso fare tutto,

posso muovere le braccia.

Posso raccontare di luoghi

bellissimi e lontani

e toccarmi i piedi…e toccarmi i piedi con le mani

io vivo…vivo…io vivo…io vivrò

io vivo…vivo…io vivo…io vivrò

Eppure c’è ancora qualcuno che usa la testa come fosse all’asilo

E non vuol comprendere che siamo davvero…appesi al classico filo

E gente che butta la vita…che continua a farsi del male

Ma come si fa a non capire che quello che abbiamo non è una cosa normale

Tenetevi stretti gli affetti…parlatevi e ditevi tutto e soprattutto prendetevi il tempo

per dare ragione…e spendete parole…e ascoltate…e abbracciatevi forte…

perché questo è il momento…perché dopo potrebbe non esserci tempo…

Cosa mi manca per essere felice

Posso camminare e ridere

anche se ho qualche cicatrice

posso raccontare di luoghi

bellissimi e lontani

e formare cuori…con le dita delle mani…

io vivo…vivo…io vivo…io vivrò

io vivo…vivo…io vivo…io vivrò

E a volte ti guardo e mi sento morire…perché penso a quando

non sarò in grado di dirti a parole che ho nel cuore l’amore del mondo.

E adesso non so come fare…e al solo pensiero mi sento uno straccio

mi sembra incredibile…ma sarà impossibile tenerti in braccio

Allora mi fermo di nuovo a guardarti…e c’è il tuo sorriso

Lo so che diranno che è roba banale ma è così che dev’essere il paradiso

E forse è per questo che aspetto…e rimango qui sulla soglia

Perché c’è un motivo più grande per cui sono vivo…e sei tu…mia figlia…

 

Ascolta la canzone accedendo al sito:

www.iovivoiovivro.it

PC – C.E.

  Articolo precedente
«
 
  Articolo successivo
»