42

Quarantadue: il diritto di ricevere sostegno?

Parole grosse: “abbiamo il DIRITTO di ricevere sostegno, per quello che siamo, per quello che facciamo!”.

Mah, mi sembra una affermazione troppo drastica, indice di forte autoreferenzialità.

In realtà non siamo noi a decidere, è la collettività a cui ci rivolgiamo, i potenziali donatori, i nostri stakeholders, come si usa dire.

Noi dobbiamo presentarci efficacemente, convincerli, fidelizzarli, differenziando la nostra proposta da quella delle 1.000 altre organizzazioni nonprofit che stanno cercando fondi in questo momento, in questo stesso territorio.

Dobbiamo essere efficienti, efficaci, trasparenti, e ancora può non essere sufficiente…..

Dobbiamo essere tenaci, coerenti, flessibili……forse anche un po’ umili………

Sembra impossibile, ma esiste anche il nonprofit arrogante, quello che decide per gli altri e si dà sempre voti positivi in pagella, quello che “noi soli capiamo e gli altri sono tutti incompetenti”.

Un dubbio: nel medio termine la gente non si stancherà di loro?

PC – C.E.

  Articolo precedente
«
 
  Articolo successivo
»