51

Cinquantuno: tutto scorre….

Tutto scorre, affermava il filosofo.

Tutto scorre, nulla rimane, possiamo dire noi oggi.

E’ incredibile la quantità di informazioni che scorre giornalmente su internet e specialmente sui social network. E’ una conoscenza usa e getta. dura lo spazio di un secondo e poi sfugge….il più delle volte non vale neanche l’attimo che distrattamente le abbiamo dedicato.

E’ facile rendersene conto magari d’estate, quando avendo qualche momento libero in più si coltiva l’illusione di “mettersi in pari” con le letture sui temi che ci interessano.

Purtroppo questa superficialità sta contagiando anche la carta stampata, per cui si pubblicano sempre più libri che non servono, vuoti di contenuti utilizzabili  e ci sono anche importanti riviste per addetti ai lavori che assemblano materiale raccogliticcio e di dubbia qualità. Chi l’avrebbe mai detto?

Per non disperdersi diventa importante quindi sapere intercettare e fissare ciò che è funzionale alle nostre esigenze e può contribuire a creare una competenza che vogliamo acquisire. Idee chiare innanzitutto, poi attenzione nel selezionare i contenuti.

Dobbiamo insomma riconoscere e ignorare le informazioni poco credibili o poco rilevanti, le brevi news raccogliticce perchè qualcosa bisogna pur dire, le opinioni altrui riportate senza magari averne capito il senso. Basta con le pillole di saggezza, i “tips” copiati qua e là, le ultime notizie già vecchie perchè tutti le hanno già riportate!

Ci vuole più rispetto, soprattutto da parte di chi recensice e si suppone abbia verificato e valutato. Invece ci si imbatte di continuo in recensioni e liste di siti / blog / libri / articoli suggeriti che dimostrano solo come in realtà nessuno più legga seriamente ciò di cui poi pretende di parlare in modo competente.

Ci vogliono recensori seri, insomma, che diano consigli intelligenti, ponderati e credibili.

E ci vuole più diffidenza e capacità critica da parte di chi legge.

 

PC – C.E.

  Articolo precedente
«
 
  Articolo successivo
»