89

Ottantanove: ma che bello!

“Sì siamo forti, siamo convinti, siamo tanti! L’obiettivo è lì, basta crederci!”

“Basta teoria, basta pensare, basta fuffa! Rimbocchiamoci le maniche e passiamo all’azione!”

Ma che bello!

E dire che tutto sembrava più complicato…

Sembrava quasi che prima di fare si dovesse capire COSA fare…

Sembrava quasi che prima di fare si dovesse capire COME fare…

Ma no, questa è vecchia scuola! Questo è un vecchio approccio!

“Non c’è tempo da perdere oggi…Vogliamo risultati e li vogliamo subito! Intanto facciamo, poi vedremo!”.

Ma che bello!

Mah…

Fermiamoci un attimo…É proprio così? Siamo sicuri che le cose funzionino così?

Non è che per caso la positività a tutti i costi finisca col diventare superficialità?

Non è che per volere essere pragmatici e concreti si finisca col diventare degli improvvisatori?

Quante persone oggi costruiscono un loro successo professionale o una visibilità mediatica puntando sulle soluzioni facili, sul fare senza ragionare, sul trucchetto e sulla scorciatoia…e quante persone disorientate abboccano, sia giovani entusiasti e poco esperti, sia persone di una certa età che faticano a capire cosa stia succedendo e non vedono l’ora di affidarsi a un “guru” che risolva i loro problemi.

Che bello? No… che tristezza!

 

PC / C.E.

  Articolo precedente
«
 
  Articolo successivo
»